I nostri concorrenti sono il petrolio e il carbone

Il regolare confronto con partner specializzati e produttori è un aspetto importante per Solarmarkt. Con una stretta collaborazione riusciamo a perfezionare continuamente il nostro know-how del fotovoltaico e a scoprire le possibilità per rendere il fotovoltaico accessibile a un pubblico più ampio. In questo modo arriviamo sempre più vicini al nostro obiettivo di installare un impianto fotovoltaico su ogni tetto in Svizzera. In questa ottica siamo andati recentemente in Cina, dove vengono prodotti più moduli fotovoltaici rispetto al resto del mondo e abbiamo capito qual è il maggiore concorrente per il fotovoltaico.

Solarmarkt in visita in Cina

Per approfondire i rapporti con i più importanti produttori di moduli Tier-1 e per il controllo qualità è stata inviata a Shanghai una delegazione di Solarmarkt, composta da Rafael Stadelmann (amministratore) e Stefan Kloos (responsabile acquisti). In tale occasione è emerso chiaramente che i principali concorrenti dell’industria solare sono altre forme di energia quali petrolio e carbone. Ma: il fotovoltaico rientra tra le forme energetiche più convenienti in un numero sempre più elevato di Paesi. Questo è il messaggio lasciato alla nostra delegazione da Gener Miao, Vice President Global Sales and Marketing di Jinko Solar. Nella sua qualità di attuale produttore di moduli più grande del mondo, Jinko mira a una ulteriore ottimizzazione della struttura dei costi. Questo sarà possibile principalmente con una diversa prioritizzazione delle linee di produzione. Xie Jian, Chief Operation Officer di JA Solar, si è mostrato sorpreso di come si sia affermata Solarmarkt nel piccolo mercato svizzero in riferimento al fotovoltaico. Solarmarkt GmbH è stata la prima azienda in Svizzera a vendere moduli JA Solar. Nel frattempo Solarmarkt in Europa è diventato il cliente numero 1 di JA Solar. Xie Jian intende ampliare ulteriormente la buona collaborazione.

Giganteschi stabilimenti produttivi

Durante il sopralluogo in diversi stabilimenti di celle e moduli nella metropoli di Shanghai, la nostra delegazione ha percorso complessivamente più di 2000 km in treno e auto per rendersi conto dell'alto grado di automazione delle linee di produzione professionali e della garanzia di qualità. «I giganteschi stabilimenti produttivi operano come interi paesi. Lo sviluppo negli ultimi cinque anni è stato enorme. Oggi, oltre alla produzione, anche la garanzia di qualità è a livello europeo», spiega Rafael Stadelmann. I collaboratori negli stabilimenti sono qualificati, hanno buone condizioni di lavoro e sono molto motivati.

Ulteriore consolidamento del mercato

Rafael Stadelmann riassume: «Con le loro capacità produttive i cinesi hanno raggiunto i vertici e nei prossimi anni si espanderanno ulteriormente. I nuovi stabilimenti sono ben strutturati e garantiscono la massima efficienza. Nel contempo aumenta il grado di automatizzazione, per cui l’ottimizzazione dei costi nella produzione può essere ulteriormente incrementata.» Al momento, quattro dei cinque maggiori produttori di moduli vengono dalla Cina. Circa due terzi delle capacità produttive sono state realizzate nel Regno di Mezzo. Si attendono ulteriori consolidamenti nell'intera catena di produzione del fotovoltaico nei prossimi anni. Le aziende più deboli a livello economico scompariranno dal mercato. Per questo per Solarmarkt, quale grande rivenditore, è fondamentale poter collaborare con i partner giusti. In questo modo riusciremo quindi a realizzare passo dopo passo la nostra visione della produzione di energia su larga scala con il fotovoltaico.

Merklisten